lunedì 19 giugno 2017

Morgan

Perché Morgan non può uscire dalla sua super cella? Perché Morgan è temuta ed al tempo stessa adorata e coccolata? Morgan é un esperimento, un sintetico... molto più di un robot... è la sesta generazione... ma ... quando l'uomo si fa Dio, generatore di vita, non sempre tutto va come deve andare.
Morgan sviluppa una coscienza, l'amore per il bello, la musica, il verde, i boschi, gli animali...
Qualcosa va storto, una persona viene ferita, un divieto, un rimprovero, forse un incomprensione... che fare? Viene inviata una consulente per valutare il rischio... su questo sintetico si è fatto un grosso investimento... quale é la colpa di questo essere? Sviluppare sentimenti.
Cosa terrorizza gli umani? la creazione di un essere più forte di loro? più intelligente? più longevo? probabilmente no, solo più sensibile, capace di provare amore ed odio...
E così dopo un terribile confronto con lo psicologo, che fa implodere Morgan e degenerare la situazione, vediamo la tensione farsi sempre più forte ed il numero dei morti crescere...
Ma non tutto ci è stato narrato, non tutto disvelato... c'é un altro robot, un altro alieno, non meno spietato, anzi peggio perché privo di sentimenti... ma tutto questo lo scopriremo alla fine.
Può l'uomo essere replicato? La domanda se l'erano posta, tanti anni or sono, i replicanti di Blade Runner, dopo di allora molti altri avevano "replicato" la questione e la trama... gli esiti quasi mai buoni... ma forse perché ci piace soffrire, o solo ritenerci superiori.
Film ottimamente diretto da Luke Scott, il figlio del più celebre Ridley.

Referendum? no, grazie.