lunedì 30 gennaio 2012

il libro che manca

E' diventata la notizia del giorno, la sparizione del libro "L'idiota in politica" pare per un diktat del Sindaco leghista Colombo.
Che dire? Si potrebbe aprire una pippa lunga un km sull'eco dei roghi nazisti o clericali di medievale memoria. Si potrebbe riportare a galla l'indice dei libri proibiti. Si potrebbe parlare di tentativo di colpire a morte la cultura e i punti di vista diversi dai propri.
Mi limito a parlare di paura.
Paura, autentico terrore del punto di vista degli altri. E cosa c'è di peggio di un libro portatore di idee che confliggono con l'altrui punto di vista?
E allora via all'operazione nascondi. Come quando ai bambini evitiamo le pagine dei giornali con qualche donna nuda, perché poveri, ancora ingenui meglio non turbarli.
O per non turbarci del loro turbamento.
Sono vicino al sindaco leghista. capisco le sue paure. Tuttavia non le accetto e non le posso condividere. Mi spiace.

Referendum? no, grazie.