martedì 22 febbraio 2011

A single man - il film

Trama: Un professore gay perde il suo compagno in un incidente stradale.
Decide di farla finita e programma con scrupolo la sua fine da decretarsi con un colpo di pistola in testa alla fine di una giornata di lavoro.
Durante questa giornata assaporerà la libertà di chi non ha più nulla da perdere.
Oramai pronto al grande passo ecco che un giovane studente gay lo convince a cambiare idea.
Lui rimette tutto al proprio posto, elimina le lettere e le disposizioni testamentarie e con un sorriso muore di infarto.
Un bellissimo film, poetico e lieve. Parla di amore, di morte e di sfiga. Da vedere.

domenica 20 febbraio 2011

Vomito

Non mi viene altro da fare che un conato di vomito di fronte alla vergogna mondiale cui ci ha ridotto questo sottospecie di presidente del consiglio.
In un paese normale sarebbe a casa, anzi in galera.
Qui da noi NO!
Qui sberleffa le istituzioni, mente sui suoi figli (che se il Signore avesse tempo per le cose umane li avrebbe fulminati tutti per le puttanate dette dal padre loro) combina cazzate peggio di un mentecatto con il Parkinson.
Ora vuole (di nuovo) cambiare la legge sulla giustizia, pur di salvare il culo suo e dei suoi accoliti dalla giustizia.
Un milione di donne in piazza per dirgli che fa schifo neanche le ha viste e con lui non le hanno viste i suoi organi di informazione (TG1 compreso) e quel grasso buffone di ferrara.
Che altro aspettarsi? Attenzione, il fascismo é sempre più vicino. Anzi la parodia, la farsa, la commedia di troie e ladri, perché questo ci meritiamo. Non nobili motivi ma storie di letto, corna, puttane e tirapiedi, manco un film di gangstern di serie C.
Povera Italia.

venerdì 11 febbraio 2011

Shutter Island - Film

Non é un caso che il faro in questo film divenga il culmine della torre di Babele; di quella Babele mentale, schizofrenica, plumbea, paranoide di un film deviante.
Solo raggiungendo il faro, Teddy Daniels scopre la verità e con lui lo spettatore.
Ottimo l'uso dei flashback che finisce per confondere chi osserva.
Eravamo già abituati a film con svelamento finale - il Sesto senso per tutti - e quindi nulla di nuovo.
Ma l'atmosfera di odio, di paura e straniamento é forte ed in alcuni momenti fa veramente paura, una per tutte la tempesta notturna e la visita al padiglione C con le scale simili ad un labirinto (un altro!) quale quello mentale del protagonista.

mercoledì 9 febbraio 2011

Solaris 1972 - il film

Un film sovietico del 1972 diretto magistralmente dal regista Andrej Tarkovskij.
Il film usa la fantascienza come scusa (e lo si capisce, in un clima come quello della Russia del 1972) per parlare dell'uomo, dell'incomunicabilità ma soprattutto dell'inscindibilità dell'uomo con il pianeta ed i ritmi della natura.

La poesia di questo film é innegabile.
Mi é piaciuto molto più del remake (vedi scheda) con Clooney (anche se George é sempre George..)
Unico neo: l'interprete principale Donatas Banionis assomiglia drammaticamente a Fantozzi prima maniera (mi aspettavo che da un istante all'altro uscisse la Pina da qualche angolo della galassia).
Scherzavo!
Da vedere.

Aria Fritta

La proposta partorita (abortita sarebbe meglio) dal Consiglio dei Ministri per modificare la Costituzione Italiana agli articoli 41, 97,118 é quanto di più inutile, scarso, penoso di quanto ci si potesse aspettare da questa specie di Governo.
Premessi i tempi necessari per la modifica costituzionale (6 mesi, un anno?) mi si dica che cavolo cambia modificando i predetti articoli !
Salteranno fuori i soldi dai tombni? Le imprese assumeranno a tambur battente? Ci sarà al nuova rivoluzione industriale?
NON ACCADRA' NULLA !!!
Come peraltro é accaduto con il Piano Casa e altre simili puttanate mal fatte.
Auguri.

venerdì 4 febbraio 2011

Solaris - il film

Seconda versione cinematografica del romanzo dello scrittore Stalislaw Lem.
E' un film drammatico in chiave fantascientifica.
Mi é piaciuto. L'ho trovato intimista; una storia d'amore fatta di parole non dette e di pensieri non espressi.
Una passione che solo di fronte alla morte vince la ritrosia a mettersi in discussione ed esprimere il proprio io.
Il finale mi é parso positivo ed é originale.
Da vedere.

Migliorano i servizi sulla ciclabile del lago di Varese

Grazie alla ciclabile sul lago di Varese molte famiglie la domenica possono rilassarsi passeggiando e godendosi un bellissimo luogo della nostra Provincia.
Da tempo tuttavia veniva lamentata l'assenza di servizi igienici tenuto conto dei molti utenti e della lunghezza della tratta (28 Km).
Ora finalmente ci si é dotati delle necessarie migliorie !
Una lavatrice.
Grazie al fantastico servizio é possibile unire una giornata all'aria aperta con gli immancabili adempimenti casalinghi.
Si torna al passato! Una volta si andava al lago con il catino ed il pezzo di sapone, ora invece, direttamente sulla ciclopedonale trovate questo insostituibile servizio. Un grazie all'anonimo che ha donato questa moderna attrezzatura. Si cercano sponsor per la corrente elettrica.

Allegro ma non troppo...