domenica 30 gennaio 2011

Cass - il film

Chiuso in casa per il maltempo (salvo uscita pomeridiana..) ecco il film della domenica sera.
Cass é la storia vera di un hooligan di colore che si fece un nome nella storia della violenza da stadio durante gli anni 70 e 80.
In inglese con sottotitoli - anche se, devo dire che la traduzione di Fuck!, fuck! fuck! e simili testi non richiede grandi conoscenze linguistiche - é comunque uno spaccato della società disperata nell'Inghilterra Thatcheriana.
Bravi gli attori, senza tempi morti il film, coerente la trama. Un bel film.

il concerto - il film

Un film assolutamente da vedere, se vi piace questo stile sconclusionato, misto di risate e lacrime, fatto di perdenti che si riscattano in nome della dignità, con mezzi disonesti ma per nobili ed alti ideali (forse che il senso di rivalsa ad un ingiustizia non lo è?).
Radu Mihaileanu dirige un film colmo di di suoni, risate, pianto, dolore e allegria, spensieratezza e tragedia. Perché in fondo tragedia e farsa non sono mai distanti ma si mescolano di continuo.

sabato 15 gennaio 2011

Porco !!!

Dobbiamo aggiungere altro a quello che si legge sui giornali e dalle prime serie indiscrezioni su questo specie di maiale che ci governa? Del Lele e dell'Emilio che lo accompagnano nelle sue depravazioni notturne? Che dire poi della Chiesa, che se la prende con i divorziati ma intrattiene rapporti tanto amichevoli con quest'uomo moralmente devastato in cambio di soldi (il solito Re Mammone) per le scuole private e leggi repressive nei confronti dei poveri cittadini comuni.
Questa è la sovversione della morale, questo è lo schifo che ci meritiamo. Presto si andrà al voto. Ricordatelo.

venerdì 14 gennaio 2011

Grazie on. Rodotà

Non amo la televisione.
L'altra sera, facevo pesi e ho acceso la tv per rilassarmi.
Un pezzetto di Ballarò mi é passato sotto gli occhi.
Da una parte l'on. Rodotà ad argomentare il perché dei suoi dubbi sul legittimo impedimento, dall'altro il ministro ? Gelmini che rispondeva schiumando dalla bocca e ululando il mantra: "Comunista. anti-berlusconi" e via insultando.
Occorre forse perdere tempo a decider da che parte stare?
Prima dell'avvento del sig. B, non avevamo bisogno di queste schifo di invenzioni del sig. Ghedini.
La legge era uguale per tutti, tant'è che tangentopoli fece pulizia di un marciume diffuso e che i politici per un po ebbero fifa di proseguire i loro loschi affari.
Ora, dopo aver rialzato la testa, pensano bene di girare a loro vantaggio le leggi per anticipare i giudici e trasformare in lecito l'altrimenti illecito.
Per questo la pacatezza di Rodotà mi ha quasi commosso e mi appare anacronistica di fronte a questa feccia che urla, schiuma, ma nulla fa per smentire le mie - e non solo mie - peggiori convinzioni.

martedì 4 gennaio 2011

Un anno di libri

Ventisei libri, settemilacentoventisei pagine.
E' questo il risultato di un anno all'insegna della lettura.
Un bel risultato, di ricerche in biblioteca, tra libri di casa, con i prestiti ecc.
Un risultato da ripetere quest'anno.
Perché leggere è una passione che mi divora.
Un consiglio per tutti: iscrivetevi o frequentate http://www.anobii.com , un sito in cui trovare spunti di lettura, consigli, recensioni, motivati dall'interesse per i libri.
Buona lettura !

Anabasi