mercoledì 29 dicembre 2010

E adesso Minzolini vattene a casa!

La reintegrazione della giornalista Ferrario da parte dei giudici a fronte dell'allontanamento "politico" da parte di Minzolini dal TG1 é la sconfessione della vergogna usata dal simpatico direttore filoSilvio.
Ora oltre a pagare lui (e non noi con il canone) le spese processuali, se ne vada a casa.
O a canale 5, tanto é uguale.

martedì 28 dicembre 2010

il morso della pecora

Se c'è una cosa che fa girar le palle più del morso di un cane é il morso di una pecora.
Se poi la pecora l'hai messa a fare il ministro della Repubblica dopo averla strappata al destino di conduttrice televisiva in seconda serata è evidente che il morso fa ancora più male... al punto da far perdere le staffe anche ai tuoi famigliari.
Mi riferisco al caso Carfagna ed al commento fattole dalla figlia del signor B.
La gentile figlia, nella sua ingenua interpretazione del mondo (ma mica tanto ingenua) ha fatto notare come sia ingiusto che la pecora Carfagna morda la mano del padrone Silvio dopo averla strappata dalla sua sorte, lei "pecora" messa a fare il ministro.
Viene da chiedersi con che metodo si scelgano le pecore (ops i ministri) per governarci! Meriti politici? Capacità e competenza? Culo? (non fraintendetemi) o che altro? La scelta non la so. L'importante è che, una volta scelta, la pecora non morda... sennò le si ricorda le poco nobili origini e la si rispedisce all'ovile...

Se milleseicento euro vi sembrano pochi

1600 Euro, No ma dico! Milleseicento Euro o Euri come li volete chiamare.
E' quanto questo Governo di lercioni mi ha fregato dalla busta per i prossimi tre anni oltre ai danni di immagine (ricordate le parole del piccolo ministro "Fannulloni" !!!) Ma fannullone tu brutto imbroglione che non sei altro e alle porcate che hai combinato..
E c'è chi tra i sindacati (ma che cavolo mi rappresentano più quest'altra banda di mangia-mangia a tradimento) che ha avuto il coraggio di dire che si è vero ma siamo stati puniti meno che all'estero. Ma che bel paragone! Magari come la Grecia, ma non era quell'altro depravato che va con le bambine ad aver detto che: "la crisi non c'è" ... ????
E perché la devo pagare io? che peraltro mi faccio un culo così e che per risparmiare a momenti mi porto la legna da casa per scaldarmi?
Ma vergognaaaaaaaa !

sabato 25 dicembre 2010

Buon Natale

Scusate l'assenza dettata dai troppi impegni. Finalmente un giorno (anzi due) di Festa, di pausa, di riflessione e di cose buone da mangiare.
Natale per me é il ricordo di mandarini e spagnolette della mia infanzia; essere a casa intorno ad un tavolo imbandito, qualche piccolo regalo e soprattutto sapere che le persone a cui tengo sono in salute.
A tutti loro ed a tutti voi che mi leggete vanno i miei auguri ed un forte abbraccio.

Lily la tigre