domenica 28 settembre 2008

il tempo scorre

In questi giorni ho acquistato l'agenda settimanale del 2009.
Come ogni anno, oramai da oltre 20 anni, con l'arrivo dell'autunno mi prende la fregola di entrare in possesso dell'agenda.
Un gesto apotropaico, forse. Un modo per possedere il controllo del tempo. Per arginarlo.
Adoro iniziare a riempire di segni e simboli l'agenda dell'anno successivo con qualche mese di anticipo. Mi preparo con meticolosità, guardo le date dei compleanni, le possibili date delle ferie, i ponti, le feste, finanche le scadenze dei pagamenti.
Meticoloso o malato? Francamente non l'ho mai capito.
Penso a quello che ho fatto durante l'anno in corso, se ciò che mi ero immaginato si é avverato oppure no, se positivo bene, viceversa mi riprometto di rimediare dinanzi all'agenda, manco fosse un testo sacro. Malato o meticoloso? E chi ci capisce qualcosa :)

Allegro ma non troppo...